www.matteo pedrali.com


Vai ai contenuti

Menu principale:


Alimentazione dopo il primo anno

LO SAI CHE...bambini/e > ALIMENTAZIONE...

Una corretta alimentazione del bambino rappresenta la migliore prevenzione contro molte malattie dell'infanzia ed è utile per prevenire alcune patologie metaboliche del bambino più grande e dell'adulto ( es. obesità, aterosclerosi, diabete).

L'alimentazione del bambino dovrebbe essere costituita fondamentalmente da 4 pasti al giorno: la prima colazione, il pranzo, una merenda leggera, una cena. In alcuni casi si può aggiungere un leggero spuntino nel corso della mattinata.
Vediamo per ordine i vari alimenti:
1) latte : il latte vaccino dovrebbe essere assunto in quantità di circa 400 ml al giorno ( ciò garantirebbe da solo un quasi sufficiente apporto di calcio), possibilmente senza aggiunte di zucchero, eventualmente ( se gradito) con aggiunta di orzo. Consigliabile limitare il consumo soprattutto in caso di tendenza alla stipsi.

2) carne: va consumata non più di 3- 4 volte alla settimana, alternando carni " bianche" ( es. pollo e tacchino e coniglio) con carni " rosse" ( es. manzo)

3) legumi: vanno consumati 3-4 volte alla settimana per l'elevato contenuto proteico e di fibre, preferibilmente insieme a pasta e riso, diventando così un piatto unico completo

4) pesce: va consumato 3-4 volte alla settimana ( contiene proteine nobili e grassi insaturi utili), utilizzando sia quello fresco, sia quello surgelato

5) uova: consigliate 2-3 volte alla settimana, meglio non fritte. Ricordatevi che nel calcolo vanno contate anche quelle che somministrate sotto varie forme ( torte, carne impanata ecc)

6) formaggi: vanno consumati con moderazione ( sono ricchi di grassi), soprattutto se si ha tendenza alla stipsi. Meglio privilegiare quelli magri ( ricotta, crescenza, mozzarella)

7) yogurt: va molto bene, soprattutto con aggiunta di frutta o cereali, per uno spuntino o merenda

8) insaccati: vanno consumati sporadicamente, non più di 1-2 volte alla settimana, dal momento che contengono in genere troppi grassi e troppo sale, e anche conservanti di vario tipo

9) frutta: va data ogni giorno per l'elevato contenuto di fibre e vitamine, anche più volte, meglio se a distanza dai pasti principali


10) verdura: come per la frutta, somministrata sotto forme diverse e variate per renderla più appetibile al bambino

11) dolciumi, patatine ecc. : merendine, cioccolato, biscotti, caramelle, patatine, pop-corn dovrebbero essere drasticamente limitati. Oltre al potere calorico saziante, sono ricchi di zuccheri ( e perciò sono causa di carie), grassi, conservanti e coloranti, e perciò non sono alimenti consigliabili. Se proprio si vuol dare un alimento sano e nutriente, diamo il gelato, ricordandoci però che, dato il buon contenuto calorico, va consumato come pasto unico (perciò come merenda e non come dopo- pasto)

12) acqua e bevande: l'acqua è consigliata di tipo oligominerale e non gassata. Per quanto riguarda le altre bevande ( bibite in genere, tè del commercio), sempre meglio se non gassate, ma inoltre bisogna tenere presente anche per queste il discreto contenuto calorico e l'elevata presenza di conservanti e coloranti

13) condimenti: sempre consigliabile l'olio extravergine di oliva, in alternativa olio di mais o girasole. Raramente concedibile l'uso del burro

14) sale: è ottima cosa abituare il bambino fin da piccolo all'uso di poco sale allo scopo di prevenire l'ipertensione in età adulta. D'altra parte, il sale è già contenuto in quantità variabile nei cibi.


ALCUNI SUGGERIMENTI PRATICI.

- un'abitudine fondamentale da far acquisire al bambino è quella di fare una buona prima colazione, senza fretta e magari in compagnia dei genitori ( la prima colazione dovrebbe contenere il 25% delle calorie della giornata). Non ci sono schemi prefissati, non è necessario dare per forza il latte a colazione se il bimbo non lo gradisce. Diamo quello che più il bambino gradisce, ma non pensiamo che un piccolo succo di frutta o una merendina veloce possano essere un carburante sufficiente ed equilibrato per arrivare all'ora di pranzo!
- la merenda di metà mattina ( se necessaria, soprattutto nei casi di colazione scarsa) è migliore se consiste in uno yogurt con frutta fresca o in un panino con prosciutto piuttosto che nella solita merendina preconfezionata
- la merenda del pomeriggio ( se la mamma non è brava a preparare una fetta di buona crostata casalinga) è uguale a quella di metà mattina
- le verdure sono spesso un alimento ostico per i bambini. Ricordate che l'esempio dei genitori è fondamentale, e che comunque la fantasia nel modo di presentarle ( sotto forma di purea, come sugo se frullate o tritate ecc) conta molto per mimetizzarne la presenza al bambino e invogliarlo ad assumerle
- ricordate che, se volete premiare il vostro bambino con una caramella o un quadretto di cioccolato, è meglio farlo dopo i pasti principali e non lontano dai pasti: così facendo, gli zuccheri contenuti risulteranno un po' meno cariogeni
- abituate comunque sempre il vostro bambino a spazzolare i denti con lo spazzolino dopo ogni pasto e, possibilmente, fatelo insieme a lui
- incoraggiate vostro figlio a fare una qualsiasi attività sportiva, quella che più gli piace: meno ore sta seduto a guardare la televisione o il computer, meno rischi corre di diventare obeso e meglio si sentirà e starà.


Torna ai contenuti | Torna al menu