www.matteo pedrali.com


Vai ai contenuti

Menu principale:


Eccomi...a casa

LO SAI CHE...bambini/e > PUERICULTURA E NON SOLO ...




ARRIVO A CASA.

La mia stanzetta.

La stanzetta dovrebbe essere ben aerata e luminosa e abbastanza spaziosa.
Bisogna privilegiare la sicurezza e la salute piuttosto che l'estetica.
Il pavimento deve essere facile da lavare, quindi meglio ceramica, marmo, parquet (meglio se posato da qualche mese in modo che non continui a esalare vapori di vernice o colla) piuttosto che la moquette.
I tendaggi devono essere leggeri, corti, in modo che non raccolgano troppa polvere e siano frequentemente lavabili.
Sui muri è meglio applicare vernici lavabili piuttosto che tappezzeria ( facile a essere fonte di umidità nel tempo, e quindi potenzialmente di muffe).

Il mio lettino.

Per prima cosa, importantissima, bisogna ricordare che il bimbo va sempre messo a dormire solo a pancia in su ( !!).
La prima culla deve essere facilmente spostabile da una camera all'altra, e possibilmente in materiale facilmente lavabile ( es. legno).
Il materasso deve essere rigido e non soffice, alto tra i 10 e i 15 cm, di materiale naturale o di gommapiuma, e deve avere le stesse dimensioni del lettino per evitare spazi dove il bimbo potrebbe infilarsi.
Il cuscino non è consigliato e nemmeno necessario; è invece consigliato tenere il capo del neonato leggermente sopraelevato rispetto al corpo ( a tale scopo è utile sollevare un po' la parte del materasso interessata mettendo sotto un cuscinetto o un libro).
L'acquisto del lettino per il bimbo un po' più grande deve essere guidato anch'esso dal rispetto di alcune regole di sicurezza.
Deve essere costruito con materiale atossico (preferibile è il legno), con sbarre disposte a distanze ben precise ( non superiore a 7 cm ) per evitare che il bimbo possa restare bloccato con la testa oppure, se lo spazio è troppo piccolo, intrappolato con mani, braccia o piedi e gambe.
Le sponde dovrebbero avere un'altezza di 75 cm per evitare che il bambino le scavalchi facilmente, essere scorrevoli in modo da mantenere, una volta abbassate, un'altezza dal materasso di almeno 20-25 cm, ed essere fornite di un sistema di fermo di sicurezza a prova di bambino.
Le lenzuola e le coperte dovrebbero sempre lasciare libero il volto e il collo del bimbo.
Per quanto riguarda il fasciatoio, vanno bene tutti i modelli, con una regola fondamentale: non lasciatelo mai solo sul fasciatoio, nemmeno per un attimo!!

Temperatura in casa.

Nei primi mesi di vita i meccanismi di termoregolazione, soprattutto nel neonato, non sono ancora perfetti, per cui bisogna vestirlo in modo adeguato e controllare la temperatura della cameretta.
In genere, per il timore che il bimbo possa avere freddo, si tende a coprirlo eccessivamente o a farlo stare in ambienti troppo riscaldati.
Le mani dei piccoli bimbi devono essere sempre un po' fresche.
Un piccolo trucco per capire se il bimbo ha troppo caldo è toccarlo dietro al collo: se è sudato, questo è un segno indubitabile che è troppo coperto o che l'ambiente è troppo caldo.
Per il primo mese di vita, nel caso di un neonato a termine sano, coperto normalmente, l'ambiente in casa dovrebbe avere una temperatura di 20-21 gradi di giorno e 1-2 gradi meno di notte; l'umidità non dovrebbe essere superiore al 50-60%.
Dopo il primo mese di vita la temperatura ambientale può essere sui 20 gradi di giorno e 18 gradi di notte.
Se usate umidificatori, non aggiungete all'acqua essenze ( per es. di pino o eucalipto) perché possono essere irritanti per le vie respiratorie del piccolo bambino.

Le prime uscite.

Il neonato può uscire fin dai primi giorni di vita.
Salvo rare eccezioni, il bambino che esce tanto e con qualsiasi tempo sta meglio, è più tranquillo e si ammala meno del bambino che sta tanto in casa: quindi può e deve uscire in qualsiasi stagione.
Meglio passeggiare in zone tranquille e con poco traffico.
Nelle uscite il bambino va vestito a strati, cioè leggero sotto e pesante sopra, in modo da poterlo spogliare senza difficoltà e rapidamente quando si passa dall'esterno a un ambiente chiuso.
In estate poi , le tutine e i body tengono molto caldo, già il pannolino scalda molto, e perciò è consigliabile adottare vestitini e camicini larghi, possibilmente di cotone o lino.
E' inoltre opportuno controllare che bottoni e cuciture ed etichette non siano causa di irritazioni sulla pelle del bambino.

Piante e fiori.

Ricordate che alcune specie di piante possono essere velenose, se succhiate o ingerite possono essere tossiche, come ad es. l'oleandro, la stella di Natale, il ricino.
Allontanatele quindi da casa quando in casa c'è un piccolo bimbo.

Il lettone.

Sarebbe sempre opportuno che il bambino dormisse nel suo lettino, al massimo nella stanza dei genitori ( se non si può proprio farne a meno o se si desidera in qualche occasione averlo meglio sotto controllo).
Comunque, nel caso si presenti questa eventualità:
- è opportuno non vestire troppo il bambino
- è preferibile sistemare il bambino sopra le coperte del lettone e coprirlo con una copertina leggera, altrimenti durante la notte potrebbe scivolare in fondo al letto sotto le coperte ( con i rischi connessi).




Torna ai contenuti | Torna al menu